Home Page - Comunità Clara

Vai ai contenuti

Menu principale:

Data costituzione e finalità:  

FOTOGALLERY

La Cooperativa, costituita il 31 gennaio del 2002, ha per oggetto:

la realizzazione e la gestione di strutture di accoglienza, di recupero e di socializzazione  in favore di minori in stato di abbandono affettivo, di devianza sociale, di svantaggio socio-economici, culturale e formativo persino di soggetti che hanno iniziato tristi esperienze di delinquenze minorili, di prostituzione e di devianza;

la realizzazione e la gestione di strutture di accoglienza, di recupero e di reinserimento nel tessuto sociale in favore di soggetti, anche minori portatori di minoranze fisiche, psichiche o psicologiche;

la realizzazione di servizi di assistenza socio-sanitaria ed educativa domiciliare in favore di minori, di handicappati ed anziani;

la promozione di interventi integrativi all’interno degli istituti scolastici mirati alla promozione culturale ed interculturale e socializzazione, attraverso attività svolte in collaborazione con enti pubblici e privati volti alla riduzione del fenomeno della dispersione scolastica e dell’emarginazione;

la realizzazione e gestione di case di cura, case di riposo, case protette, case famiglia e asili nido:

la realizzazione di iniziative estive istituite dagli enti preposti: Parchi Robinson, colonie estive, soggiorni climatici, gite culturali ecc¼.


Esperienze maturate

Servizio residenziale per minori


La Comunità Clara, di tipo familiare accoglie dalla sua costituzione bambini, ragazzi e adolescenti che hanno una situazione familiare pregiudizievole per la loro crescita e la loro realizzazione, maschi e femmine nella fascia di età  dai 3-18 anni. La casa-famiglia ha la caratteristica di proporre un ambiente familiare fondato sulla presenza residenziale di alcuni adulti e su una rete di volontari, tirocinanti, che collaborano  con la struttura in forma stabile.
Il modello si basa sul principio scientifico ed insieme ideologico che sia necessario creare un ambiente familiare per rendere efficace l’azione educativa ed assume quale strumento di cura della sofferenza dei minori la costituzione di legami affettivi stabili e significativi.


L’accoglienza si concretizza nell’attenzione ai diversi aspetti della cura dei minori, nella casa, insieme alloggio e luogo dal clima caldo e positivo si svolgono attività di:


  • Animazione, espressione, arte terapia   e socializzazione,

  • Tutela della salute fisica e psicologica , educazione alimentare e sanitaria,

  • Sviluppo dell’autonomia personale e potenziamento dell’autostima degli utenti,

  • Gestione e accompagnamento nella formazione spirituale , sportiva e culturale,

  • Sostegno nella formazione scolastica e accompagnamento nell’avviamento al lavoro,

  • Cura , recupero e tutela dei rapporti con le famiglie d’origine,

  • Sviluppo  e gestione della rete dei rapporti sociali con il territorio,

  • Gestione dei rapporti amministrativi con gli enti invianti.


Negli anni, molta attenzione è stata posta alla formazione delle figure educative, mediante il confronto con l’esperienza delle altre comunità – livello nazionale, regionale e locale – con l’aiuto di formatori e supervisori. Gli educatori hanno partecipato a diversi seminari formativi sul disagio dei minori maltrattati, e sugli aspetti psicologici e metodologici della cura, nonché a Convegni organizzati dall’Assessorato alle politiche sociali della Provincia di Lecce, dalla Comunità Emmanuel, dal SerT di Gallipoli, dal C.S.V. Salento e ad incontri organizzati da altre strutture per minori e disabili presenti sul territorio

La comunità si propone nel territorio come realtà aperta al confronto e alla testimonianza, luogo di stimolo e sensibilizzazione alle scelte del volontariato.
Dal 2002 ad oggi sono stati accolti 25 ragazzi tra cui anche minori con vari tipi di disabilità ; la permanenza si è protratta in media per 3 anni, talvolta ben oltre il compimento della maggiore età.


La struttura opera in stretta collaborazione con i Servizi Territoriali, il Tribunale per i  Minorenni,  l’U.S.S.M. le Scuole, le Parrocchie, le Associazioni Sportive presenti sul territorio.


  

 

Organigramma

Amministratore Unico:
Dott. Lezzi Marcello

Responsabile:
Lezzi Maria Gabriella

Assistente sociale:
dott. Baglivo Gianni

Psicologo
:
Dott.ssa Bruno Roberta

Pedagogista e coordinatrice:

Dott.ssa Nocco Graziella


Educatori:  Sig. Coppola Marcello,
Dott. Baglivo Gianni, Dott.ssa Nocco Graziella. Sig.ra Lezzi Maria Gabriella, Dott.ssa Maggio Tiziana.

Ausiliari:
Sig.ra Bruno Irene
, Sig.ra Centonze Cristina.

Licenze ed autorizzazioni

  • Iscrizione all’Albo regionale delle Cooperative sociali alla Sez. “A” della Regione Puglia al n. 453 ai sensi della legge Regionale n. 21/93;


  • Iscrizione al Registro Regionale delle strutture e dei servizi per minori della provincia di Lecce al n. 36/Le sensi della Legge Regionale n. 17/2003.


  • Iscrizione al n. 147 dell’Albo Regionale delle Strutture per Minori , ai sensi dell’articolo 14 del Regolamento Regionale n. 1/93;


  • Autorizzazione provvisoria n. 5 ai sensi dell’articolo 28 della Legge Regionale n. 17 del 25/08/2003;


  • Richiesta di Autorizzazione definitiva al funzionamento ai sensi dell’art. 38 del Regolamento Regionale 18 gennaio 2007, n. 4.

Torna ai contenuti | Torna al menu